About me

Pagina

Parlare di me in Italiano è difficile, tradurre in inglese è impossibile. Tenterò allo stesso modo con l’aiuto di google traduttore, sperando di riuscire.
Premetto che io vivo mangio respiro e dormo di arte, se ogni giorno non creo almeno una sola opera sto male. I soldi, l’amore, il tempo, la passione è tutto rivolto all’arte.
Io non so se ho talento o no, so soltanto che l’unico mio desiderio è fare arte, creare, dipingere, scarabocchiare, colorare, sporcarmi di pittura.
Se vi va, continuate a leggere e spero vi piaccia………
Talking about me in Italian is difficult, it is impossible to translate into English.
I will try the same with the help of google translator, hoping.
I state that I live I eat breath and sleep Art, if every day I do not create at least one work I’m sick. The money, love, time, passion is all turned to art.
I do not know if I’m talented or not, I only know that my only desire is to make art, create, paint, doodle, color, dirty paint.
If you like, keep reading and I hope you enjoy it………
TECNICA PREFERITA:
La mia tecnica preferita è il collage  e la uso anche nella realizzazione dello sfondo per creare la texture oppure la decorazione, poi ritaglio e incollo i soggetti che disegno o dipingo precedentemente. Il collage mi piace anche perchè è un modo per raccogliere i pezzi rimanenti della carta e che mi dispiacerebbe buttare, infatti, osservando quelle piccole macchie di colore, capisco che possono essere ancora delle opere d’arte e che se assemblate tra loro hanno una seconda vita. Il collage mi piace anche perchè tagliare e strappare la carta è davvero terapeutico, è come un puzzle e alla fine si ottengono degli effetti visivi sempre diversi e vibranti di tessitura a rilievo. Il collage mi piace soprattutto perchè libera il mio istinto e quando creo è come una cascata che travolge forme, colori, la mia mente e il mio cuore e alla fine resta per sempre un pezzetto di ciò che sono e che non so esprimere in altri modi.

TECHNICAL PREFERRED:
My favorite technique is the use of collage and also in the realization of the background to create the texture or decoration, then crop and paste those who design or paint previously. Collage I also like because it is a way to collect the remaining pieces of paper and throw it mind, in fact, watching those little spots of color, I understand that may still be of works of art and that if assembled together have a second life. The collage also because I like to cut and tear the paper is really therapeutic, is like a puzzle, and eventually get more of a variety of visual effects and vibrating with relief texture. Collage I especially like because it frees my gut and when I create is like a waterfall that overwhelms forms, colors, my mind and my heart and in the end it remains forever a piece of who I am and I can not express in other ways .

BACKGROUND lo sfondo. Oltre al collage, amo tantissimo la texture detta anche trama o tessitura. Osservando la più grande fonte d’ispirazione che è la natura, ad esempio i sassi, le cime degli alberi, le tegole di un tetto, la schiuma del bucato, le impronte digitali, i pori della pelle, hanno tutti un disegno definito e ripetitivo, un valore di comunicazione di carattere e distinzione.
Cercando ispirazione dalla natura, tento di ricreare le sue forme con l’utilizzo del “gesso”, un composto di colla, gesso alabastrino e acqua, oppure con la sabbia o la stessa carta, per dare rilievo e texture, dato che non amo le superfici lisce monotone poco emozionanti e senza carattere. Anche quando eseguo un ritratto creo lo sfondo ruvido, rustico. Amo tantissimo l’effetto dei tratti che segnano e distinguono l’istante in cui solcano la superficie irregolare. Molto spesso infatti, mi capita di preparare uno sfondo e vederlo già finito così com’è senza aggiungere il soggetto o modificarne la realtà estetica e di comunicazione che ha assunto, in quanto è irripetibile ed emozionante.

BACKGROUND. In the additions to the collages, I love the texture .
Observing the greatest source of inspiration is nature, looking at the rocks, tree tops, tiles on a roof, the laundry foam, fingerprints, skin pores, they all have a defined, repetitive design, worth of character and distinction communication.
Seeking inspiration from nature, I try to recreate its forms with the use of “chalk”, a mixture of glue, alabaster gypsum and water or with sand or the same paper, to give relief and texture, since I do not like the exciting little monotonous smooth surfaces and without character. Even When I do a portrait I created the rough background, rustic. I love so much the effect of the traits That mark and distinguish the instant in cui line the uneven surface. Very Often, in fact, it happens to prepare a background and see it as it is without adding Already finished the subject or change the aesthetic reality and communication That has taken, as it is unique and exciting.

LA DECORAZIONE per me è molto importante, forse ancora di più del soggetto di un’opera, così come lo è sfondo e la sua trama. Ecco perchè uso spesso nelle mie opere modelli ripetitivi di forme o colori detti patterns.
Sappiamo che la decorazione è la variazione di una tessitura con la ripetizione più o meno regolare di un elemento. Per questo scopo amo creare i timbri ricavati da scarti di gomma, polistirolo,corda e cartone, oppure creo gli stencils per le decorazioni e per i miei stessi disegni, in modo avere delle sagome ripetitive per gestire lo sfondo e la tessitura. Non amo copiare o compere i timbri e gli stencil e così, li creo direttamente con le mie mani e la mia testa, anche se volte sono brutti o poco precisi, ma questa è la caratteristica che mi distingue. Mi piace che il risultato sia del tutto personale e che rispetti la verità delle mie capacità, dei miei limiti o pregi.

DECORATION to me is very important, perhaps even more of soggettto of a work, as is the background and its plot. Often that’s why I use in my work repetitive patterns of These forms colors or patterns.
We Know That the decoration is the variation of them to more or less regular weaving of an element with the repetition. For this purpose I love to create the stamps made from rubber waste, Styrofoam, string and cardboard, or created the stencils for decoration and for my own designs, so have repetitive templates to handle the background and texture. I do not like to copy or shopped stamps and stencils, and so, I create them directly with my hands and my head, even if times are bad or inaccurate, but this is the feature That distinguishes me. I like that the result is very personal, and respects the truth of my ability, my limitations and strengths.

I MEDIA cioè i materiali che preferisco sono: La carta dalla meno spessa alla più pesante; i colori acrilici si adattano al mio lavoro istintivo in quanto asciugano presto, amo e uso molto i pastelli in creta, pastelli acquerellabili, il carboncino, le penne, i pennarelli e il classico pennino da scrittura intinto nell’inchiostro.
Tutti questi media assecondano la velocità che mi serve per creare istintivamente le mie opere. Si noterà infatti che ho uno stile abbastanza rustico, basato sulle emozioni del momento.

MEDIA ie the materials I prefer are: The less thick paper from the heavier, acrylics Because They fit my instinctive work as dry soon, love and use a lot of the clay pastels, watercolor pastels, charcoal, pens, markers and the classic write- pen dipped nellinchiostro.
All These media nourish the speed I need to instinctively create my works. In fact, you will notice That I have a fairly rustic style, based on the emotions of the moment.

I TONI e i COLORI da me usati, sono spesso monocromatici oppure tono su tono specialmente quando voglio mettere in evidenza il soggetto che diventa il protagonista dell’opera, oppure uso molto i colori complementari dato che hanno la capacità di creare strane vibrazioni con effetti ottici davvero bizzarri.

TONES COLORS and I used, are Often monochromatic or tone on tone, especially when i want to highlight the subject That Becomes the protagonist of the work, or very complementary colors used since they have the ability to create strange vibration with optical effects really bizarre.

Il SOGGETTO anche in questo caso per il soggetto seguo molto il mio istinto, il mio gusto e la fantasia di accostamenti. Molte volte mi capita che lo stesso colore o le stesse forme che si sviluppano durante l’esecuzione dell’opera, mi diano ispirazione: E’ come guardare le nuvole e scoprire la sagoma di un coniglio, di un gatto, di un profilo umano, un fiore, una farfalla, un cuore, ma anche la faccia di un mostro con gli occhi cattivi.

The SUBJECT again to the subject lot I follow my instinct, my taste and imagination of combinations. Many times it happens That the same color or the same forms That develop During the execution of the work, give me inspiration: It ‘s like watching the clouds and discover the silhouette of a rabbit, a cat, a human profile, a flower, a butterfly, a heart, but Also the face of a monster with bad eyes.

QUANDO UN’ OPERA E’ FINITA non riesco a ritoccare ciò che è finito.
Quando un’opera è nata, bella o brutta, insignificante oppure piena di contenuto, è intoccabile, non si può cambiare. E’ la mia realtà di quel momento e non importa se è un capolavoro o una merda. Tutto il resto è soltanto il gusto personale di chi la osserva e potrà emozionare in bene o male o in nulla, ma resta la realtà, la verità di ciò che sono: E’ un’ istantanea “incoscientemente” realistica di me stessa.

WHEN WORK OF ART IS OVER, IS OVER.  I can not touch what is finite.
Where a work is born, beautiful or ugly, meaningless or full of content, it is untouchable, you can not change. And ‘my reality Of That moment and no matter if it is a masterpiece or a shit. Everything else is only the personal taste of the viewer and may excite in good or bad or anything, but it is the reality, the truth of what we are: It is a ‘snapshot’ unconsciously ‘realistic with myself.

IL MIO PRINCIPIO DI ARTISTA: E’ ciò che conta alla fine del viaggio: L’opera d’arte rappresenta quello che sono realmente e rispecchia onestamente le mie capacità, i miei limiti, il mio impegno e anche la mia pigrizia, la bruttezza o la bellezza, e raccoglie tutte le variazioni di umore che posso avere dentro in quell’istante.
Questo mi porta a sviluppare un mio concetto di “Onestà dell’artista” e mi fa stare bene.

MY ARTIST PRINCIPLE: And ‘what matters at the end of the trip: The work of art is what they are really and honestly Reflects my abilities, my limits, my commitment and my laziness, ugliness or the beauty, and collects all the changes in moods That I can have in at that moment.
This leads me to develop my concept of “Honesty artist” and makes me feel good.