Mail Art

Standard

Mail Art, ACEO, post card, green card, post mail, sono tutte opere di piccole dimensioni che utilizzano la spedizione postale come scambio tra vari artisti in tutto il mondo. La Mail Art ha una storia di circa 60 anni, ispirata ai movimenti artistici dei Fluxus, Dada e Futurismo  (intorno al 1920).
Il precursore fu l’americano Jonshon Ray nel 1960, iniziando con la spedizione dei suoi lavori in tutto il mondo creando egli stesso le opere, le buste per contenerle e anche i francobolli e gli stessi timbri, per uno scambio non commerciale delle opere artistiche.
Da lì in poi l’ Art Mail ha continuato a crescere come un vero e proprio movimento artistico, fino ai giorni nostri con l’avvento del web che prende il nome di Mail Art Network, dove la spedizione si fa attraverso la posta elettronica, ma la caratteristica particolare di questa forma di arte è che ognuno può contribuire alla trasformazione della stessa cartolina d’autore spedendola in giro per il mondo quindi diffondendola e modificandola. C’è un vero e proprio  movimento della mail art senza soci, dove tutti sono allo stesso livello ed ja il nome IUOMA (unione internazionale degli artisti postali) con un proprio forum e dove ognuno è libero di partecipare.
Anche in Italia citiamo alcuni nomi importanti nell’ambito della Mail Art come Grandinetti Claudio direttore del MIMA (Museo Internazionale della Mail Art). Bai Enrico, Ciani Piermario, Boschi Anna, Cavellini, Baroni ecc.

 

IMG_4627x

Art Mail Handmade by KC

La fabbricazione del supporto di carta

Standard

Quando si pensa alla fabbricazione del supporto di carta per un opera dipinta usando tecniche miste, è importante sceglierla con cura e stratificarla a più i livelli e poi, consentire un giusto tempo di asciugatura tra gli strati per garantire la massima integrità e durata. Se si utilizzano molti media differenti è importante scegliere una base solida su cui vengono impostati i diversi strati.
Il peso o grammatura (paper weigh) della carta è fondamentale e può essere misurato in grammi o libbre. La carta leggera intorno ai 100 o più grammi è buona per i media a secco grafite, pastelli, dai 250 grammi in su si potrà lavorare con i media a umido, acquerelli, acrilici, vernici, pennarelli o marcatori. La grammatura oltre i 350 gr. viene definita cartoncino e si va fino al cartone.
Le misure variano si va da 6 x 12 cm per le figurine da collezione ATC, da 10 x 15 cm- 13 x 18 cm per le cartoline postali Mail-art. In ultimo il formato A4 e A5, fino al 50 x 70 cm formato standard di cartoncino Fabriano.
Anche la trama è importante, sappiamo che la superficie della carta può essere liscia (molto pressata) o ruvida (texture). Quella liscia è indicata per matite e penne, quella ruvida per tecnica a umido, ma la scelta è soggettiva, spesso un ritratto con pastelli può essere più bello su carta ruvida. Per l’acquerello, una buona carta di qualità avrà una percentuale altissima di cotone, infatti sono molto costose e abbastanza rare.
Il colore della carta può essere diverso e variare dal bianco, al color crema fino a una vasta gamma raggiungendo il colore nero.